8160776200_504f9303c9_z-586x390

L’hennè possiede doti protettive per la cura dei capelli.

Deriva dalle foglie essiccate e polverizzate di Lawsonia Inermis ed è utilizzato da migliaia di anni nei paesi africani e indiani per colorare tessuti, pelle (tatuaggi) e capelli.

Essendo di colore rosso, si otterrà un risultato diverso in base al colore di partenza: sui capelli decolorati, biondi o bianchi/grigi, si avrà un colore arancione simile alla scorza d’arancia, sul castano scuro o nero si otterrà una sfumatura ramata molto calda.

Esiste un altro tipo di henné, neutro, derivato dalla CASSIA ITALICA o CASSIA OBOVATA che mantiene le stesse proprietà protettive ma non rilascia alcun tipo di colore; l’unico rischio, sui capelli chiari o bianchi, é che potrebbe donare una sgradevole tonalità verdastra.

Quindi l’hennè di colori diversi non esiste: sono altre piante chiamate tintorie oppure sono state aggiunte sostanze diverse.
Decidere di colorare i capelli con la polvere di Lawsonia é una scelta che va ponderata avendo preso tutte le informazioni del caso. A differenza delle tinte chimiche, l’hennè non penetra all’interno del capello, ma si ferma nella parte più esterna e lo avvolge come una guaina protettiva e come l’edera, dove si attacca, tende a rimanere.

Proprio per questo motivo,  prima di decideredi usare l’hennè devi tenere presente che:

1) se ci ripensi non ti resterà che aspettare mesi e mesi prima di poter fare un’altra tinta chimica perchè su un hennè non prende nessuna colorazione ed è sempre un rischio sfidare l’hennè: uno dei pericoli é quello di ritrovarsi i capelli verdi.

2) anche dopo molto tempo bisogna fare i conti con il rosso, i suoi riflessi sono duri a sparire, qualunque colore tu decida di fare risaltano sempre.

3) é importante sapere che la continua sovrapposizione di hennè, con il tempo, scurirá il colore sempre di più, quindi é fondamentale applicarlo solo sulla ricrescita.

Per applicare la polvere di Lawsonia é necessario scioglierla in acqua calda in modo da ottenere un impasto denso che va distribuito sui capelli lavati e ancora umidi, coprire il capo con una cuffia di plastica e lasciare in posa da una a tre ore; più si lascia in posa più il colore risulterà intenso.

Infine, occorre risciacquare con abbondante acqua tiepida per rimuovere ogni residuo di colore.
Per concludere questa chiacchierata in bellezza, non spaventarti se vuoi fare l’henné, non è un mostro! Occorre però essere decise a tenerla per un po’ di tempo.

E, mi raccomando! Diffida di henné dai mille colori: ne esistono solo due e uno é incolore.